"La nazione che distrugge il suo suolo, distrugge se stessa. Le foreste sono il polmone della nostra terra, purificando l'aria e dando nuova forza al nostro popolo"    Franklin Delano Roosevelt 1882 - 1945

"E' molto singolare che tutta la natura, tutti i pianeti, debbano obbedire a leggi eterne e che possa esserci un piccolo animale, alto cinque piedi, che a dispetto di queste leggi possa agire a suo piacimento, seguendo solo il suo capriccio"    Voltaire 1694 – 1778

"E’ il nostro mondo e per aiutarlo bastano anche piccole azioni quotidiane, che ripetute nel tempo possono contribuire alla sua salvaguardia"    Ernest Miller Hemingway 1899 - 1961

"Progetta sempre una cosa considerandola nel suo più grande contesto, una sedia in una stanza, una stanza in una casa, una casa nell’ambiente, l’ambiente nel progetto di una città"    Gottlieb Eliel Saarinen 1873 – 1950

Energie rinnovabili
Corso normativo FER 2017

Gli impianti solari termici sono dispositivi che permettono di catturare l'energia solare, immagazzinarla e usarla nelle maniere più svariate. Nel caso si utilizzi il calore del Sole per produrre corrente tramite l'evaporazione di fluidi vettori che alimentano turbine collegate ad alternatori si parla di impianto solare termodinamico. Gli impianti si distinguono in impianti a basse temperature (fino a 120 °C), impianti a medie temperature(ca. 500 °C) e impianti ad alte temperature (ca. 1000 °C) che trovano applicazione soprattutto nei grossi impianti industriali.
Il "collettore solare" è il dispositivo base su cui si basa questa tecnologia. I collettori sono attraversati da un fluido termovettore incanalato in un circuito solare che lo porterà ad un accumulatore. L'accumulatore ha la funzione di immagazzinare più energia termica possibile al fine di poterla usare successivamente, al momento del bisogno.
Un impianto solare termico è composto sempre almeno dalle seguenti unità:

  1. uno o più collettori che cedono il calore del sole al fluido;
  2. un serbatoio di accumulo del fluido.
Esistono tre tipi di impianti:
  • - a circolazione naturale: in questo tipo il fluido è l'acqua stessa che riscaldandosi sale per convezione in un serbatoio di accumulo (boiler), che deve essere posto più in alto del pannello, dal quale viene distribuito alle utenze domestiche;
  • - a circolazione forzata: un circuito composto dal pannello, una serpentina posta all'interno del boiler ed i tubi di raccordo. Una pompa, detta circolatore, permette la cessione del calore raccolto dal fluido, alla serpentina posta all'interno del boiler. Questo circuito ha una efficienza elevata, visto che il boiler è posto all'interno e quindi meno soggetto a dispersione termica.
  • - a svuotamento: il sistema è analogo al quello a circolazione forzata, solo che l'impianto viene riempito e quindi usato solo quando è necessario o possibile.